Da oltre dieci anni tutelo i diritti dei lavoratori del settore marittimo,
delle loro famiglie e di tutti i cittadini che hanno contratto malattie derivanti
dall’esposizione all’amianto, sia per il riconoscimento di malattie
professionali ed infortuni sul lavoro, sia per il risarcimento del danno
per ritiro del libretto di navigazione

Avv. Pierpaolo Petruzzelli

RISARCIMENTO DANNI DA PARTE DI ARMATORI AMERICANI DI NAVI CONTENENTI AMIANTO

I marittimi che hanno contratto malattie asbesto correlate dopo aver navigato su navi americane in cui sia stata accertata la presenza di amianto possono presentare una richiesta di risarcimento danni anche nei confronti degli armatori statunitensi.
Grazie alla collaborazione con lo Studio Legale americano Cohen, lo Studio Petruzzelli è riuscito ad ottenere, per i propri assistiti, il ristoro dei danni dalle società americane colpevoli di non aver adottato le più opportune cautele nell’utilizzo del materiale di cui le varie parti delle imbarcazioni erano composte.

MALATTIE PROFESSIONALI PER ESPOSIZIONE AD AMIANTO

Con il passare del tempo, sono sempre di più i lavoratori del settore marittimo che hanno manifestato patologie cancerogene (all’apparato respiratorio o digerente) derivanti dall’esposizione all’amianto.
Il lavoratore marittimo di macchina e di coperta può pertanto esercitare il diritto al riconoscimento di malattia professionale nei confronti dell’INAIL.
Qualora poi sia stato esposto all’amianto e, a seguito dell’inalazione dei dannosi filamenti, abbia contratto una malattia connessa, può anche richiedere la rivalutazione del periodo contributivo, indipendentemente che sia ancora in attività o già pensionato.

ALTRE MALATTIE PROFESSIONALI

Possibili e consistenti nuovi scenari si aprono in seguito all’aggiornamento delle patologie cosiddette “tabellate” (legiferato nel 2008) ovvero quelle che possono dipendere dall’attività lavorativa svolta.
Non solo il personale imbarcato, ma anche il personale occupato nelle lavorazioni tipiche degli arsenali od ogni altra attività (compresa quella della costruzione delle imbarcazioni) che comporta l’esposizione a
numerose sostanze chimiche può oggi richiedere il riconoscimento della natura professionale della malattia contratta.
Non va trascurata, inoltre, l’incidenza delle patologie all’apparato uditivo nei lavoratori del reparto macchine. Lo Studio Petruzzelli si è occupato anche della richiesta di riconoscimento della natura professionale dell’ipoacusia di cui numerosi marittimi soffrono per ragioni legate alla loro attività.

INFORTUNI SUL LAVORO

Lo Studio Petruzzelli fornisce assistenza stragiudiziale e giudiziale ai lavoratori marittimi che hanno subito infortuni sul lavoro e, in particolare, ai lavoratori a cui sono assegnate mansioni manuali o similari.

RISARCIMENTO PER IL RITIRO DEL LIBRETTO

RISARCIMENTO PER IL RITIRO DEL LIBRETTO
Peculiarità del contratto collettivo di lavoro del comparto marittimo è il diritto ad ottenere il risarcimento del danno a favore del marittimo che avesse subito il ritiro del libretto di navigazione per accertata e permanente inidoneità psicofisica a svolgere l’attività lavorativa.
Diritto al risarcimento e sua misura risentono della sussistenza di alcuni requisiti che vanno accertati quali il tipo di turno (particolare o generale), l’età del marittimo e l’anzianità professionale.